Home / Progetti / Itinerari / Itinerari outdoor / Percorso Parco Oglio Sud

Percorso Parco Oglio Sud

Seguendo i meandri del Fiume Oglio che scorre lento verso la confluenza in Po, si attraversano lembi di zone umide ricchi di vegetazione e fauna acquatica, inserite all’interno del Parco Oglio Sud. Partendo da Fontanella, nel comune di Casalromano, sede del famoso il santuario della Malongola, si attraversano le “Lanche di Runate e Gerre Gavazzi” per raggiungere Canneto sull’Oglio, sede di un importante museo civico e di una antica torre fortificata. Proseguendo lungo il percorso che fiancheggia il fiume, s’incontrano numerose aree di particolare pregio naturalistico, e popolate da esemplari di flora e fauna tipici del luogo, tra cui spiccano le “Valli di Mosio” e l’oasi WWF le “Bine” ad Acquanegra sul Chiese e Calvatone, le “Torbiere di Marcaria” presso il Comune di Marcaria e le “Torbiere di Belforte” presso San Martino dall’Argine. Il pregevole contesto naturalistico accompagna il visitatore attraverso i piccoli centri in prossimità del fiume, alla scoperta delle testimonianze storiche e culturali del territorio, fra cui i magnifici portici gonzagheschi di Gazzuolo e San Martino e la porta d’ingresso cinquecentesca di Bozzolo. A questi si affiancano numerose testimonianze religiose, quali l’Abbazia Benedettina di S.Tommaso e il convento di San Pietro a Belforte, e archeologiche, fra cui lo scavo di Bedriacum nei pressi di Calvatone. Il percorso si chiude a Marcaria nelle cui frazioni è possibile visitare importanti corti rurali quali corte Castiglione a Casatico, o attraversare in località Torre d’Oglio uno degli ultimi esempi di ponte di barche esistenti. Da Marcaria, è poi possibile spostarsi infine verso Mantova, passando per Castellucchio, ponte di comunicazione verso il Parco del Mincio, sovrastata da una torre oggi sede di un museo di armi antiche.

Ottieni indicazioni

mostra opzioni nascondi opzioni

Personalizza la tua esperienza

Dove mangiare

Dove dormire