OP - Viaggiare nell’Oglio Po
it
en
   |    Gruppo di azione Locale Oglio Po terre d'acqua
cerca

I Canossa

La famiglia dei Canossa, è da sempre associata al nome di Matilde, una delle donne più importanti della storia di tutti i tempi. Attiva in campo politico, Matilde ebbe un ruolo fondamentale negli scontri fra il papato e l’impero, diventando nei secoli una figura quasi santificata.
La famiglia dei Canossa ebbe origine da Lucca, e trovò i primi contatti nelle nostre zone con l’acquisto di una vasta proprietà Villinianum, tra Parma e Reggio per opera del Capostipite Sigifredo. Il figlio Atto, uomo di grande personalità e abilità politica, elevò il ruolo della famiglia, suggellato nel 940 con la realizzazione della potente rocca di Canossa, grazie anche ad un caso fortuito. La rocca infatti, divenuta rifugio nel 951 per la regina Adelaide, fuggita dal re Berengario II, divenne sede del matrimonio tra la stessa regina e l’ospite Atto, il quale le aveva offerto la propria protezione. L’evento portò alla nascita di una significativa alleanza con l’imperatore, culminata con l’estensione della funzione comitale al Modenese e al Mantovano. La storia dei Canossa si legò da questo momento a quella dell’impero, fino al dominio Corrado II, il quale acquistò il primato assoluto del partito imperiale italiano. Morto in un attentato nei boschi fra Spineda e San Martino, il 6 maggio 1052, lasciò unica erede della fortuna dei Canossa, la piccola Matilde. Sotto il suo dominio queste terre assunsero importanza continentale. Inizialmente residente con il marito Goffredo in Lorena,nel 1071, rientrò a Canossa in seguito alla separazione dal marito. Gli episodi più importanti della sua storia seguirono l'avvento del pontificato di Gregorio VII con il quale iniziò una fase di grandi contrasti tra il Papato ed Impero. Matilde si schierò chiaramente a favore del papato, fornendo al pontefice un luogo di rifugio dalle persecuzioni dell'Imperatore Enrico IV. La grande grande abilità e capacità di mediazione di Matilde ebbero in questa occasione un ruolo fondamentale, culminato nell’incontro fra i due personaggi storici il 28 gennaio 1077. L'episodio di Canossa sancì la definitiva scelta di campo da parte di Matilde il cui dominio si estendeva su una lunga parte dell'Italia centro-settentrionale. Tra il settembre 1079 e il marzo 1080 la Gran Contessa donò tutti i suoi beni alla S. Sede. In seguito alla morte di Gregorio Matilde di Canossa dominò la scena dei successivi 20 anni passando attraverso un secondo fallimentare matrimonio con Guelfo di Baviera ed affrontando le sempre più frequenti ribellioni interne. Il 6 maggio 1111 Matilde ospitò a Bianello Enrico V, figlio del cugino e nemico, che la nominò viceregina d'Italia.Si spense infine a Bondeno di Roncore il 24 luglio 1115.